Home NAZIONALI IL PADANIA PARTE DALL'EMILIA, TRA SPORT, EMOZIONI E SOLIDARIETÀ
IL PADANIA PARTE DALL'EMILIA, TRA SPORT, EMOZIONI E SOLIDARIETÀ PDF Print
Written by Ufficio Stampa - Il Padania   

Presentate questa mattina a Poggio Renatico le iniziative solidali pro-terremotati

'Ci sono volte in cui la vittoria di uno è la vittoria di tutti'. E' questo uno degli slogan del Padania 2012 che forse più di tutti rappresenta la seconda edizione della corsa ciclistica organizzata dalla Monviso-Venezia. Una gara ridisegnata, ripensata, completamente rivoluzionata dopo il sisma che nel mese di maggio ha colpito l'Emilia, al fine di portare la propria solidarietà ad una terra che in pochi secondi si è vista crollare addosso edifici, case, certezze.

            Nella conferenza stampa tenutasi stamane presso il quartier generale della Giulio Barbieri Spa di Poggio Renatico (Fe) che ha preceduto di pochi giorni l'inizio del Padania 2012, che si correrà dal 3 al 7 settembre prossimi, gli organizzatori della Monviso-Venezia e del Gs Emilia, hanno voluto sottolineare il messaggio solidale che sta alla base dell'evento ciclistico: "Abbiamo ridisegnato il nostro progetto iniziale perché abbiamo sentito il dovere di testimoniare la nostra vicinanza a questa terra. In questo contesto si colloca quindi la partenza del Padania 2012 in Emilia Romagna, per portare un messaggio di speranza oltre che un momento di gioia e di festa in questi luoghi. Ma faremo di più portando il nome di questi luoghi in tutte le altre tappe del Giro. La nostra manifestazione sportiva vuole essere il tramite per tenere alta l'attenzione sul dramma del sisma emiliano, per dare un'altra spinta alla ricostruzione, e per non dimenticare quanto successo nel mese di maggio".

            A fare eco a queste parole, sono stati i sindaci e i rappresentanti dei comuni di Sant'Agostino, Bondeno, Crevalcore, San Giovanni in Persiceto intervenuti alla conferenza stampa di presentazione, che nei mesi scorsi hanno aderito al progetto del Padania 2012 e che ospiteranno le partenze e gli arrivi delle due semitappe che costituiranno il primo giorno di gare. La macchina organizzativa del Padania 2012 porterà oltre 500 persone della carovana, a cui si aggiungeranno i numerosi supporters attesi a bordo strada, nei paesi colpiti dal terremoto per dare anche concretamente un incentivo all'economia locale fatta di tante piccole aziende che con dignità e volontà si stanno risollevando. "Il via al Padania 2012 sarà dato dalla nostra Piazza Pertini, simbolo di quello che è stato il terremoto in Emilia" ha spiegato il sindaco di Sant'Agostino, Fabrizio Toselli "Le macerie del nostro Municipio sventrato dal terremoto e abbattuto per motivi di sicurezza, faranno da sfondo allo start ufficiale della corsa: questo vuole essere un segnale forte per tutti gli appassionati che seguiranno la corsa ma anche uno sprone alla nostra gente perchè la ricostruzione è possibile e ripartire si può quando si pedala tutti nella stessa direzione."

            Le sfide, i nuovi traguardi, servono per motivare e dare speranza, come sottolinea Claudio Broglia, primo cittadino di Crevalcore: "Per le nostre terre questa è una sfida importante, un segnale di rinascita. L'arrivo della cronosquadre e la premiazione che si terranno nella zona di Porta Bologna che ancora porta i segni dal sisma del 20 maggio, sono segnali di unione, di solidarietà e di nuova forza per le nostre popolazioni ed i nostri comuni".

            Ad aprire la "tre giorni emiliana" sarà la giornata d'apertura, in programma domenica 2 settembre presso gli stabilimenti di Poggio Renatico della Giulio Barbieri Spa: qui sfileranno le squadre e i campioni al via per la presentazione ufficiale a cui farà seguito una autentica festa aperta al pubblico dedicata ai territori terremotati, con musica e specialità locali. In questo contesto avverrà anche la consegna dei fondi raccolti in occasione della pedalata organizzata a Verbania dalla Monviso-Venezia in collaborazione con l'Acep e delle biciclette che saranno donate ai bambini di alcune società sportive locali come la SS Sancarlese e la Stella Alpina Renazzo. Le due semitappe in programma lunedì e la partenza della seconda frazione da Poggio Renatico completeranno tre giornate da trascorrere all'insegna dello sport e della solidarietà.

            "Il nostro è un breve giro a tappe di livello internazionale, ma legato alla tradizione. Attraverseremo un territorio straordinario, con la volontà di fare sport e di fare anche del bene, mettendo in moto tutta una serie di iniziative umane ed economiche che possano riportare serenità all'Emilia" ha continuato il presidente della Monviso Venezia, Michelino Davico "Le immagini saranno realizzate e trasmesse in Italia e nel mondo dalla Rai, a cui va un ringraziamento per aver scelto di essere al nostro fianco anche in questa avventura."

            Il Padania 2012 sta per sbarcare in Emilia e tutto è già pronto per tre giorni carichi di significati ed emozioni.

In allegato: foto della presentazione di Poggio Renatico - Photo Credits Riccardo Scanferla - www.photors.net
 
29/08/2012 - Comunicato Stampa - Monviso-Venezia - Il Padania
           

Ufficio Stampa - Il Padania - Publiweb Italia srl - www.ilpadania.it - This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it - +39 335 5466375 - +39 340 0625540

 
 

Pubblicità